Scuola Internet per tutti con l’Asl di Taranto

Curarsi o sottoporsi a esami diagnostici è meno faticoso se l’accesso ai servizi sanitari è in qualche modo agevolato. Il progetto Scuola Internet per tutti ha proprio l’obiettivo di avvicinare i cittadini ai servizi Asl, attraverso il canale più veloce, quello digitale.

L’Asl ha sottoscritto un accordo con Tim per ampliare la platea di utenti che utilizzano il fascicolo sanitario elettronico. Il programma Scuola Internet per tutti è rivolto a chiunque abbia voglia di imparare a utilizzare gli accessi digitali ai servizi sanitari. Come si legge sul sito dell’Asl di Taranto, attraverso la personalizzazione del percorso ‘Migliorare la vita con il Digitale’ sarà a disposizione degli utenti di tutto il territorio jonico un focus sull’attivazione e l’utilizzo dello SPID e del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE).

Nello specifico, ai cittadini viene offerta la possibilità di partecipare a due webinar, seminari on line, sulle modalità di attivazione del Fascicolo Sanitario Elettronico e dell’identità digitale elettronica o Spid.

La digitalizzazione dei servizi, anche di quelli sanitari, ha lo scopo di avvicinare i cittadini alle istituzioni. Tuttavia, in assenza di iniziative di alfabetizzazione, cioè di educazione all’uso dei sistemi digitali, rischia di essere uno strumento di discriminazione e di esclusione; proprio quel che l’Asl vuole evitare.

Migliorare la vita con il digitale’ utilizza la piattaforma Google Workspace ed è realizzato in collaborazione con Fondazione Mondo Digitale.

I prossimi webinar sono previsti a gennaio 2022. L’iscrizione è gratuita e può essere effettuata attraverso il seguente link: https://www.sanita.puglia.it/web/asl-taranto/mettiamoci-in-fa.s.e.

E mentre impariamo a usare gli strumenti digitali, continuiamo a essere solidali nei confronti dei pazienti ematologici. Il computer e i dispositivi elettronici sono essenziali anche per partecipare alle attività dell’Ail. La campagna di Natale ha preso il via da pochi giorni. Quest’anno, dopo lo stop dovuto alla fase emergenziale della pandemia, si torna nelle piazze italiane con le Stelle e gli altri tradizionali gadget.

Ma niente paura, se non è possibile per tutti incontrare personalmente i volontari dell’Associazione (nei giorni 3-4-5-7 dicembre – piazza Sicilia; Concattedrale; piazza Giovanni XXIII), è possibile dare il proprio contributo all’Ail proprio attraverso internet oppure tramite il telefono. Usando la pagina Facebook della Sezione provinciale di Taranto (AIL TARANTO ODV) o scrivendo all’indirizzo mail ail.taranto@ail.it è possibile prenotare le stelle di Natale e gli altri doni solidali. L’alternativa è una chiamata in sede al numero 099 4533289. Sono tante le vie per raggiungere l’AIL, per essere vicini ai pazienti ematologici e per alimentare la ricerca scientifica. Un piccolo gesto può cambiare la vita di tante persone. In meglio!

A Natale, con AIL, regala Stelle di speranza!

Ci siamo. I regali di Natale più grandi e più belli sono pronti per essere consegnati. Sono pronti per dare gioia a chi li riceve e a chi li dona. Sono pronti per trasformare in realtà i desideri. Per spargere speranze che verranno raccolte e per dare linfa a nuove prospettive.

Ognuno ha la sua buona stella” non è soltanto un’espressione poetica, è il germoglio che si fa sostanza, fiore e poi dono, nelle mani di chi sa cogliere. Una Stella di Natale Ail significa guarigione per i pazienti ematologici e un futuro migliore per tutti noi. Un futuro che solo la ricerca scientifica può rendere possibile. Chi alimenta la ricerca scientifica siamo noi.

Noi che crediamo nei valori AIL, nella forza della solidarietà. Nello stare accanto a qualcuno fisicamente o con il cuore o percorrendo entrambe le vie. Con Ail si viaggia per tante strade diverse. La destinazione è sempre la stessa: migliorare la condizione di chi affronta una patologia “importante” e alimentare la ricerca.

Una malattia fa meno paura se la si affronta con il supporto delle persone care, con l’aiuto di tutti. Il nostro sostegno è fondamentale. Quale miglior regalo di Natale possiamo fare a noi stessi se non cercare in noi quelle risorse che moltiplicano i desideri, quelli nostri e degli altri, e rendono questo mondo un posto migliore?  

Come si fa? Attraverso i doni che Ail ha preparato per noi anche quest’anno. I volontari tornano con i banchetti nelle piazze delle città italiane e Taranto è, come sempre, in prima fila. Nei giorni 3-4-5-7 e 8 dicembre sarà possibile assicurarsi una Stella Ail o un altro regalo natalizio, recandosi dalle 9 alle 20 nei seguenti luoghi: piazza Sicilia; lo spazio antistante la Concattedrale, in viale Magna Grecia e piazza Giovanni XXIII, al Borgo.

Ad aspettarvi non soltanto le piante della solidarietà, ma anche altre preziose idee per onorare il Natale. Invece della Stella singola, si può preferire la ciotola Tris Stelle, una confezione comprendente olio e tarallini pugliesi, i braccialetti Cruciani (nei colori oro e nero) o la tazza decorata a tema natalizio.

Ogni dono può essere accompagnato dal tradizionale bigliettino, anch’esso targato Ail. Per non lasciare nulla al caso. Scegliendo uno o più di questi oggetti, si può contribuire con pochi euro (dai 2 delle cartoline ai 5 della tazza, ai 12 delle Stelle) a garantire assistenza (anche domiciliare) ai pazienti ematologici, grazie all’impegno dei volontari della Sezione provinciale Ail di Taranto e, allo stesso tempo, si dà una mano alla ricerca scientifica. Non lasciamoci sfuggire l’opportunità di fare qualcosa di veramente importante. Un piccolo gesto è in grado di salvare delle vite umane. È in grado di salvare il futuro di tanti di noi. I doni solidali si possono prenotare chiamando la segreteria dell’Associazione allo 099 4533289, dal lunedì al venerdì, dalle 9 alle 13 e il giovedì dalle 15 alle 17. Altrimenti è possibile inviare un’e-mail all’indirizzo ail.taranto@ail.it o mandare un messaggio attraverso la pagina Facebook AIL TARANTO ODV.

Una buona stella per ogni tarantino

L’AIL rinnova il tradizionale appuntamento con le Stelle di Natale. A meno di un mese dalla ricorrenza più attesa dell’anno, l’Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e i mielomi rivolge a tutti un invito alla solidarietà. Lo fa, come di consueto, ricorrendo alle piante che ormai rappresentano i valori dell’Associazione. Simboli di partecipazione, di vicinanza espressa nei confronti di chi attraversa un momento difficile, ma anche veicolo di informazione sulle malattie ematologiche.

Si torna nelle piazze italiane, o almeno il proposito è questo. Ci si augura che i contagi non salgano al punto da suggerire modalità diverse per l’incontro tra cittadini e Ail. In ogni caso l’Associazione non si ferma.

Il contributo minimo per ricevere la stella di Natale è di 12 euro. Un piccolo gesto per grandi propositi, per obiettivi importanti, come l’assistenza offerta ai pazienti onco-ematologici e la ricerca scientifica.

Finanziare la ricerca significa avere ben chiari i progressi fatti dalla scienza negli ultimi anni, in ogni ambito. Se diverse malattie del sangue sono oggi curabili lo si deve all’impegno dei ricercatori e alla volontà dei donatori, alla loro lungimiranza. Se la qualità della vita di ogni paziente è migliorata lo si deve anche all’assistenza offerta dai volontari Ail. Non dimentichiamolo mai! Soprattutto in questa fase storica attraversata da dubbi e paure.

La scienza è il nostro faro e l’opera dei volontari è un mare fatto di generosità, un mare che rende la ‘navigazione’ dei pazienti e delle loro famiglie decisamente più sopportabile. Una navigazione che porta spesso alla remissione completa della malattia, che si tratti di leucemia o di altre patologie ugualmente ‘impegnative’.

La Sezione AIL di Taranto ha pubblicato sulla sua pagina Facebook le immagini delle Stelle di Natale destinate ai donatori tarantini. Tante piante, tanti buoni propositi che si trasformano in azioni concrete. Ogni petalo, giallo o rosso, rappresenta un momento dedicato a un paziente, rappresenta la forza e il coraggio con cui si affronta una patologia, tutti insieme: pazienti, famiglie e volontari.

L’AIL è una grande famiglia, a Taranto l’Associazione sa di poter contare su tantissimi donatori e su un numero di volontari che cresce sempre di più. È terminato, nei giorni scorsi, il primo corso di formazione per volontari Ail della provincia di Taranto.

Persone che avranno tutti gli strumenti per assistere i pazienti, nel percorso verso la guarigione. Iniziative come questa sono possibili proprio grazie al contributo costante dei donatori del territorio jonico. L’Ail non vede l’ora di incontrare i donatori e di accoglierli in sede. Le Stelle renderanno ancora più ricco il Natale di ciascuno di noi. Un pensiero rivolto agli altri fa bene a chi lo riceve e a chi lo dona. Ricordate di assicurarvi la vostra Stella di Natale. Per informazioni sulle Stelle Ail si può telefonare in sede, allo 099 4533289. Ulteriori dettagli con i prossimi aggiornamenti.