http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


News e prossimi appuntamenti

Il teatro aiuta l’AIL a finanziare un importante corso di formazione

IMG-20191202-WA0003

Sabato scorso (30 novembre, per chi legge), al teatro Tatà, un pubblico caloroso ha accolto la commedia Aggiungi un posto al diavolo.

Scritta e diretta da Francesco Piccinni e portata in scena dalla Compagnia Teatrale del Belvedere, la piece è servita a raccogliere fondi per la sezione provinciale dell’AIL.

Applausi, risate ed entusiasmo hanno caratterizzato la serata di solidarietà. Si è praticamente sfiorato il tutto esaurito: quasi 260 i biglietti venduti. 

Grande la soddisfazione della Compagnia, altrettanto grande quella dell’AIL. Dei volontari che hanno lavorato per settimane, perché la serata fosse un’occasione di incontro, un momento di intrattenimento e, al tempo stesso, di solidarietà nei confronti dei pazienti ematologici. 

I fondi raccolti attraverso la magia del teatro e l’arte degli attori della Compagnia del Belvedere avranno una nobile destinazione: serviranno a finanziare un corso di formazione per un medico e due infermieri e ad acquistare un dispositivo elimina-code, da installare nella hall del Day Hospital del reparto di Ematologia, presso l’ospedale S. Giuseppe Moscati di Taranto. 

La formazione riguarderà professionisti (già volontari AIL) che andranno a costituire il team medico-infermieristico impegnato in un nuovo servizio che l’associazione jonica intende offrire ai pazienti onco-ematologici del territorio. 

La prospettiva era stata illustrata nel corso del convegno “La nuova frontiera della medicina - Prendersi cura a domicilio”, tenutosi lo scorso giugno in occasione delle celebrazioni del 25esimo anniversario della sezione locale AIL. Grazie a questo corso di formazione e all’intesa raggiunta con la direzione della struttura ospedaliera e con il dottor Patrizio Mazza (alla guida dell’Ematologia al Moscati), l’equipe dell’AIL sarà in grado di applicare ai pazienti il PICC a domicilio. 

Il PICC, acronimo di “Peripherally Inserted Central Catheter”, è un dispositivo inserito perifericamente al terzo medio del braccio, con l’aiuto di un’ecoguida. Si tratta di un tubicino di silicone che può restare in sede fino a sei mesi e permette a medici ed infermieri di somministrare farmaci al paziente in tutta sicurezza. Un’operazione (la somministrazione ripetuta e costante nel tempo) che con i metodi tradizionali potrebbe danneggiare le vene del braccio. 

Il sistema, come si legge in un documento dello IEO (Istituto Europeo di Oncologia), riduce i rischi di infezione e di trombosi venosa centrale; consente inoltre al paziente, libertà di movimento. Attualmente a Taranto, per l’applicazione del PICC occorre recarsi in ospedale. Grazie ai fondi raccolti sabato 30 novembre, il progetto dell’AIL, naturalmente sostenuto da un comitato scientifico, comincerà a trovare realizzazione. 

 

 

Chi siamo

L'AIL nasce a Taranto il 10 Gennaio 1994, a meno di un anno dalla nascita del Reparto di Ematologia.

Lo statuto ricalca quanto già presente nella totalità degli statuti AIL e persegue la finalità di migliorare l'assistenza agli ammalati e favorire la ricerca nelle principali malattie ematologiche.
Scopo specifico per Taranto era, ed è tuttora, ridurre la forte emigrazione dei pazienti verso altre strutture sanitarie, cercando, in collaborazione con il Reparto di Ematologia, di creare le condizioni ottimali di cura e la fiducia nei pazienti.
I primi interventi dell'AIL sono stati l'istituzione di borse di studio-lavoro per medici, infermieri professionali e biologi e la donazione all'ospedale dell'attrezzatura per la prima camera sterile.
Subito dopo, attraverso una serie di manifestazioni a carattere locale, inserite in sintonia con quanto avveniva a livello nazionale (Campagna Stelle di Natale, Campagna Uova di Pasqua, Settimana Europea contro le Leucemie, i Linfomi e il Mieloma), si è avviata l'Unità di Cure domiciliari medico, infermieristiche, fisioterapiche, psicologiche gratuite per i pazienti elegibili per tale forma di intervento.
Attualmente infatti, grazie anche alla stipula di una convenzione con la ASL e alla collaborazione di 4 infermieri professionali, 3 medici, 1 psicologo, 1 fisioterapista e una assistente sociale è possibile garantire assistenza domiciliare gratuita per 132 pazienti, per un numero complessivo di 6900 accesso (dati relativi all'anno 2006).
 

A Natale dona Stelle e Sogni di cioccolato AIL

2019 0409 Locandina Venchi AILIl Natale è un momento speciale: la festa più attesa dell’anno, per i credenti e per chi non lo è. Ha comunque una forte valenza, perché rappresenta un’occasione per celebrare l’unione familiare, valori importanti come l’amicizia, la condivisione e la solidarietà. È questo uno dei periodi in cui l’AIL lancia grandi campagne di raccolta fondi: un appello a sostenere la ricerca scientifica sulle malattie ematologiche, per il bene di tutti, contribuendo a dare continuità alle attività che l’associazione svolge, ogni giorno, tutti i giorni dell’anno. 

Attività di sostegno rivolte ai pazienti ricoverati in ospedale (o che seguono lunghi percorsi di terapia) e di assistenza domiciliare. Quest’anno l’AIL, oltre alle consuete Stelle, ha pensato di realizzare, attraverso i maestri cioccolatieri Venchi, una speciale scatola di cioccolatini assortiti. I Sogni di cioccolato, disponibili il 6, il 7 e l’8 dicembre, nelle piazze di Taranto e della provincia. 

Inoltre, in occasione dell’apertura della manifestazione Stelle di Natale AIL, il 6 dicembre il colosseo si colorerà di rosso dalle 17 alle 24. Per chi sarà a Roma in quei giorni, c’è la possibilità di assistere ad uno spettacolo - l’illuminazione dell’anfiteatro più grande del mondo – e al contempo di fare qualcosa per gli altri, per la ricerca. Donando un piccolo contributo, in cambio di una Stella di Natale, di una confezione di Sogni di cioccolato.

Gli instancabili volontari dell’associazione fondata dal professor Mandelli e gli oggetti simbolo della campagna di Natale saranno in 4800 piazze italiane. Per chi non fosse a Taranto, nei giorni del ponte dell’Immacolata, sul sito AIL è presente una cartina che mostra i luoghi che ospiteranno la Campagna.

Con un clic sulla località d’interesse sarà visualizzabile una mappa segnata da petali scuri e petali rossi. I primi indicano le piazze dove è possibile trovare sia le Stelle, sia i Sogni di cioccolato, mentre i petali rossi indicano le località dove i volontari distribuiranno esclusivamente le Stelle. Per quel che riguarda la provincia del capoluogo jonico, Stelle e Sogni “abbelliranno” le piazze di Palagianello, Palagiano, Massafra, Crispiano, Statte, Grottaglie, Monteiasi, Monteparano, Fragagnano, tra le altre località. Per l’elenco completo consultare la mappa alla pagina https://www.ail.it/eventi-e-manifestazioni/stelle-di-natale/cerca-la-piazza-piu-vicina-a-te.

A Taranto i luoghi interessati dall’iniziativa sono i seguenti: piazza della Vittoria, a Talsano; piazza Sicilia (lato viale Liguria); piazza Giovanni XXIII; viale Magna Grecia, presso la Concattedrale e via Ancona, presso la chiesa Santa Rita. 

L’AIL sezione di Taranto ha cominciato a distribuire le Stelle di Natale già prima dell’avvio “ufficiale” della campagna: in occasione della pettolata presso il punto vendita Perrone e sabato scorso (30 novembre), presso il teatro Tatà. Come già gli altri anni, questi simboli dell’impegno dell’associazione sono stati accolti con calore ed entusiasmo. 

 

 

Al Moscati musica e pettole per il DH dell’Ematologia

IMG-20191202-WA0017Sorrisi, abbracci e solidarietà in musica. Il 22 novembre scorso, il Day Hospital (DH) del reparto di Ematologia dell’ospedale San Giuseppe Moscati di Taranto ha vissuto un’esperienza insolita, decisamente piacevole, attraverso l’iniziativa intitolata Incontri in sala d’attesa

L’AIL di Taranto, guidata dalla presidente Patrizia Casarotti, ha voluto celebrare l’avvio delle festività natalizie con i pazienti e con il personale del reparto.

Il 22 novembre è il giorno in cui, nel capoluogo jonico, si preparano le pettole. Grazie ai volontari AIL, alla direttrice sanitaria del Moscati, Vittoria Vinci e al dottor Patrizio Mazza, primario del reparto, le frittelle beneauguranti non sono mancate neanche negli spazi del DH dell’Ematologia. 

Non solo: all’iniziativa hanno aderito anche i musicisti del Random Acoustic Project (Ilaria Fuggetti, Tonio Mantua e Antonio Caprara) che hanno allietato i pazienti con brani a tema. Per qualche ora, nelle sale del Day Hospital si è respirata aria di festa, con canzoni come White Christmas live.

“Abbiamo pensato di allietare la giornata di Santa Cecilia, portando in reparto le tipiche frittelle tarantine e tanta buona musica - ha sottolineato Patrizia Casarotti”. Le medicazioni, le terapie e tutte le attività che normalmente si svolgono in un DH, oggi saranno apparse ai pazienti forse meno impegnative”. 

Tra i presenti anche la dottoressa Vittoria Vinci, direttrice sanitaria della struttura ospedaliera che ha abbracciato sin da subito l’idea dell’AIL, sottolineando l’impegno pluridecennale dell’associazione nell’ambito dell’ospedale. 

Patrizia Casarotti ha ricordato ai presenti che il 6, il 7 e l’8 dicembre, nelle piazze italiane, naturalmente anche quelle di Taranto, arriveranno le consuete Stelle AIL. Come ogni anno, sarà possibile avere una pianta in cambio di un piccolo contributo, utile a sostenere le attività che la sezione locale dell’associazione svolge ormai da 25 anni. I fondi raccolti saranno destinati in particolare all’assistenza domiciliare, servizio che un’equipe multidisciplinare assicura a centinaia di pazienti di Taranto e della provincia. 

Quest’anno, oltre alle Stelle di Natale, è possibile avere, sempre con un modesto contributo, anche i Sogni di Cioccolato, realizzati appositamente per AIL dai maestri cioccolatieri Venchi. 

Il dottor Patrizio Mazza, primario del reparto di Ematologia, ha accolto con favore l’iniziativa dello scorso novembre Incontri in sala d’attesa, così come ha fatto con altri progetti del genere. È a lui che si deve - lo ha ben sottolineato la dottoressa Vinci - la bella sinergia tra l’AIL e l’ospedale, una cooperazione ormai collaudata. Un’unione di intenti che porta tantissimi benefici ai pazienti. 

Sono in molti quelli che, una volta guariti, scelgono di sostenere l’associazione, per rivolgere verso altre persone l’affetto e il sostegno ricevuti. Lo ha ricordato il dottor Mazza, che ha aggiunto: associazioni come l’Ail riescono a coinvolgere nelle loro attività anche gli artisti, che si mettono a disposizione, in diverse circostanze e, a loro volta, attraggono altre persone in quello che diventa un circolo virtuoso, una gara alla solidarietà. Un sentimento, quest’ultimo, che cresce nel nostro territorio e attraversa i cittadini in maniera trasversale, rispetto a condizioni economiche e sociali. Nella solidarietà si è tutti uniti e questo è importantissimo per un luogo come Taranto. Auguri a tutti coloro i quali partecipano a questo progetto in favore di chi soffre, di chi, per potersi curare, deve affrontare anche disagi economici. 

IMG-20191202-WA0016

 

 

Un grazie speciale ai dipendenti della Ditta Perrone

IMG-20191202-WA0007L’AIL Sezione provinciale di Taranto ha compiuto quest’anno i suoi primi 25 anni di attività sul territorio, a cinquant’anni dalla fondazione dell’Associazione nazionale contro le leucemie-linfomi e mieloma. 

Venticinque anni trascorsi al fianco dei pazienti oncologici, attraverso l’assistenza domiciliare e le iniziative portate avanti in sinergia con il reparto di Ematologia dell’ospedale S. Giuseppe Moscati, diretto dal Dottor Patrizio Mazza. Venticinque anni a sostegno della ricerca scientifica.

Progetti e azioni che hanno potuto godere del supporto di molte persone: singoli cittadini, altre associazioni, imprenditori e istituzioni.

Tra i sostenitori AIL, la Ditta Perrone e i suoi dipendenti. A questi ultimi la sezione locale ha deciso di consegnare una targa, in segno di gratitudine per la generosa donazione ricevuta e per la vicinanza che sempre esprimono nei confronti dell’associazione. 

“La Ditta Perrone è molto sensibile nei nostri riguardi - ha tenuto a sottolineare Patrizia Casarotti, presidente AIL di Taranto”

La targa è stata consegnata da alcune volontarie dell’associazione che si sono recate presso la sede della ditta, per incontrare personalmente gli autori della donazione. 

Fondi che serviranno, con gli altri, a dare continuità ad alcuni dei servizi fondamentali offerti ai pazienti ematologici, per i quali la sezione provinciale si distingue, in professionalità e spirito di dedizione. 

La Ditta Perrone è vicina alla causa AIL anche in altri modi. Il 1° dicembre si è tenuta, presso il punto vendita in via Cesare Battisti 736/740, la tradizionale pettolata organizzata per celebrare l’avvio del periodo natalizio. L’ottava edizione di questa iniziativa ha offerto a molte persone la possibilità di entrare in contatto con l’associazione. 

I volontari AIL erano, con il loro stand, all’ingresso del punto vendita. Chi ha voluto e potuto, ha donato un piccolo contributo in cambio di una Stella AIL. 

Un gesto semplice, per manifestare grande solidarietà nei confronti di chi lotta contro la malattia. Le Stelle tornano nelle piazze italiane - lo ricordiamo - il 6, il 7 e l’8 dicembre. 

Le piazze di Taranto che ospiteranno la pianta della solidarietà e, quest’anno, anche i Sogni di Cioccolato realizzati per AIL da Venchi, sono le seguenti:

  • piazza della Vittoria, a Talsano;
  • piazza Sicilia (lato viale Liguria);

 

e, al Borgo, anche

  • piazza Giovanni XXIII.

 

Sarà inoltre possibile assicurarsi una o più Stelle di Natale e i Sogni di Cioccolato, anche recandosi in:

  • viale Magna Grecia, presso la Concattedrale
  • via Ancona, presso la chiesa Santa Rita. 

 

 
Pagina 1 di 21
Banner

Diventa donatore

Con decreto del Presidente della Repubblica del 7 aprile 2005
l’Ail è stata insignita della MEDAGLIA D’ORO AL MERITO DELLA SANITA’ PUBBLICA

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox


Connettiti col tuo account Facebook

Donare il sangue

Donare sangue

La donazione di sangue è sempre un atto di elevato significato sociale e sanitario, ma assume un valore anche maggiore quando viene effettuata periodicamente.

Sostieni l'AIL

People + Parties

Ormai è noto che alcuni importanti traguardi sono stati raggiunti nella cura dei pazienti affetti da leucemie, mieloma e linfomi: oggi si riesce ad ottenere la guarigione di oltre la metà dei bambini e di circa un terzo degli adulti.
Sostieni l'AIL

Rivista

Obiettivo Salute

Obiettivo Salute è la nostra rivista di informazione socio-sanitaria e di approfondimento scientifico, disponibile nelle varie farmacie di Taranto e provincia. 
Leggi i nostri articoli

Informazioni utili

info

Informazioni utili