CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


Cellule staminali

E-mail Stampa PDF
Indice
Cellule staminali
Il cordone ombelicale
Chi può fare la donazione
Rischi per chi dona
Tutte le pagine

Il donatore di cellule staminali può essere definito come quella dolcissima creatura col viso coperto, che nel momento del bisogno, silenziosa, appare e dona una parte di sé ad un altro individuo, che è esso stesso un universo.

Le cellule staminali donate ripopolano il midollo osseo del malato disegnando un cielo di stelle, disegnando un nuovo futuro.
 
Per molti pazienti affetti da malattie ematologiche neoplastiche e non neoplastiche il trapianto rappresenta una valida possibilità di trattamento e guarigione. Si può stimare che nella sola Italia circa un migliaio di persone ogni anno, di cui quasi la metà bambini, potrebbe trovare beneficio da questo tipo di intervento.
Generalmente il donatore ideale è un fratello, ma qualora venga meno tale opportunità, per i pazienti per cui esiste l’indicazione al trapianto,  esistono dei Registri di persone disponibili alla  donazione  per dare una speranza di vita a coloro che altrimenti non potrebbero usufruire di questa pratica terapeutica.
 
Per diventare donatori basta rivolgersi ad un Servizio Trasfusionale che sia deputato all’arruolamento dei donatori a scopo di trapianto.
 
È possibile donare cellule staminali da sangue periferico arricchito, da sangue di cordone ombelicale ma anche da midollo osseo.
- La raccolta delle cellule staminali da sangue periferico avviene previa stimolazione del donatore mediante un fattore di crescita, sostanza in grado di aumentare le cellule staminali, in modo da poterle raccogliere in numero sufficiente con una o più sedute aferetiche tramite un separatore cellulare, procedura della durata di tre/quattro ore circa, senza necessità di alcun tipo di anestesia. Si tratta in pratica della stessa procedura utilizzata per  una normale donazione di sangue tramite separatore.
- Il prelievo di midollo osseo, è eseguito attraverso aspirazioni multiple dalle creste iliache posteriori, effettuato in sala operatoria in anestesia generale o epidurale.


 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00   16.30 - 19.30

Martedì

09.00 - 16.00   16.30 - 19.30

Mercoledì

09.00 - 16.00   16.30 - 19.30

Giovedì

09.00 - 16.00   16.30 - 19.30

Venerdì

09.00 - 15.00   16.30 - 19.30

Facebook FanBox