http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


Targa commemorativa AIL per il Professor Franco Mandelli

E-mail Stampa PDF

Domani 25 luglio Cerimonia presso la sede nazionale dell’Associazione

MandelliAIL“Ci sono persone che lasciano una traccia del loro passaggio in una comunità, il Professor Franco Mandelli è certamente una di queste”. Domani la Sala Convegni della sede nazionale AIL, in via Casilina 5 a Roma, sarà intitolata all’illustre Ematologo e storico Presidente dell’Associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma. 

Un piccolo gesto per ricordare l’uomo e il medico, ad un anno dalla sua scomparsa. Nel corso di una cerimonia che avrà inizio alle 11 e alla quale parteciperà anche la famiglia del Professor Mandelli, sarà posata una targa commemorativa, all’interno della Sala Convegni. Sergio Amadori, attuale presidente nazionale dell’Associazione, sarà presente alla cerimonia, con una delegazione della stessa. 

Il primo anniversario della scomparsa del padre dell’Ematologia italiana coincide con il 50esimo anno di attività dell’AIL.

Un’associazione che deve molto al suo storico presidente. Tutte le sue attività sono infatti modellate su quelli che erano i principi ispiratori del lavoro del professor Mandelli.

Sulle parole “Cura e cuore” viaggiavano il suo operato, i suoi gesti, il suo impegno nella lotta contro le malattie ematologiche, l’approccio e la sensibilità che mostrava nel contatto con i pazienti. Il Professor Mandelli ha elevato l’associazione a modello di eccellenza del volontariato solidale in ambito sanitario. 

L’Ematologo è stato un pioniere nel campo delle malattie del sangue.

Nato a Bergamo nel 1931, si era laureato alla Statale di Milano e, nel 1982, aveva fondato il primo centro pubblico per il trapianto di midollo osseo, dopo aver avviato il reparto di Ematologia del Policlinico Umberto I di Roma. Fondamentale negli anni della sua formazione, era stato l’incontro con Jean Bernard, luminare dell’Hospital Saint-Louis.

Al Prof. Mandelli si deve anche la fondazione del Gruppo GIMEMA (Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto) e l’avvio dell’impegno AIL, di cui è stato l’anima. 

Oggi la rete Ail conta migliaia di volontari e 81 sezioni provinciali in tutta Italia, è attiva 365 giorni all’anno, in tanti modi diversi.

Le numerose campagne di raccolta fondi per la ricerca sulle malattie del sangue e l’assistenza, anche domiciliare, ai pazienti e alle loro famiglie sono le principali attività. Sostenute, ogni giorno, dalle tante donazioni di chi crede nel valore della solidarietà, di chi conosce l’impegno dei volontari AIL. La cerimonia commemorativa di domani, sottolinea il Professor Amadori, testimonia:

“tutta la nostra gratitudine per un uomo e un medico che è stato sempre al servizio degli altri”.

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox