http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


Perché è importante donare all’AIL

E-mail Stampa PDF

LaStoriaDiZeno AILProssimi obiettivi: il PICC a domicilio e il corso per CARE GIVER 

Individuare nuove strategie di cura per le malattie del sangue è uno dei più importanti obiettivi dell’Associazione Italiana contro le leucemie-linfomi e mieloma. Un traguardo che, nel tempo, è stato raggiunto tante volte e, altrettante volte, è stato rinnovato. 

Risultati importanti che si ottengono soprattutto attraverso alleanze e sinergie, una rete di propositi e progetti che fanno la differenza. A livello nazionale, come in ambito locale. 

Favorire le collaborazioni è sempre stato un segno distintivo dell’Associazione. A Taranto, infatti, le celebrazioni per i 25 anni dell’AIL Sezione provinciale, hanno rappresentato il frutto di un lavoro di squadra e un appello per tutti. Ad esserci, ad offrire un contributo alle attività AIL sul territorio, perché, tra le altre cose, continui ad essere possibile, per i suoi medici ed i suoi professionisti, assistere i pazienti a domicilio.

La presidente Patrizia Casarotti, i volontari dell’Associazione, con il sostegno (espresso attraverso la loro presenza) di alcune sezioni AIL di altre regioni, e la partecipazione di altre realtà del terzo settore impegnate sul territorio, hanno organizzato due giornate (un convegno e un galà musicale) il cui fine non era la semplice celebrazione. 

Venticinque anni di attività non sono pochi, ma gli eventi celebrativi, cui hanno partecipato, tra gli altri, anche il Dottor Patrizio Mazza, Primario del reparto di Ematologia dell’Ospedale Moscati di Taranto e il presidente nazionale AIL Sergio Amadori, hanno inteso porre l’attenzione sul futuro.

Sulle prospettive di cura, soprattutto sulla possibilità di continuare ad offrire percorsi di terapia direttamente a casa del paziente, di portare a domicilio servizi importanti, prestazioni per le quali generalmente ci si reca in ospedale. AIL Taranto è una delle 42 sezioni dell’Associazione che in Italia offrono assistenza domiciliare. È importante che si possa continuare a farlo, anche grazie alle donazioni. 

Il PICC a domicilio, un catetere venoso che consente di somministrare al paziente le terapie, senza danneggiare le vene e riducendo altri rischi, è uno dei nuovi progetti dell’AIL provinciale. Un’idea da appoggiare con forza, in un territorio segnato dalle malattie onco-ematologiche. Se fosse realizzata, sarebbe un vantaggio per l’Ospedale Moscati e rappresenterebbe, per i malati, un miglioramento della qualità della loro vita.

Sostenere dunque l’associazione locale è importante. Per il PICC a domicilio, per l’acquisto di altri strumenti fondamentali per i medici che assistono i pazienti, per avviare un corso per CARE GIVER (altro importante obiettivo a breve termine della sezione provinciale).

Un training che possa formare le figure professionali che opereranno nell’ambito dell’assistenza domiciliare. 

I fondi raccolti con la serata di Gala che si è tenuta al Fusco a fine giugno (nell’ambito delle celebrazioni per i 25 anni Ail a Taranto) serviranno anche a realizzare questi progetti.

Molti artisti intervenuti quella sera hanno rinunciato al loro compenso perché quel denaro fosse impiegato in favore della ricerca e per far crescere ancora i servizi che l’Ail di Taranto offre, all’interno dell’ospedale e nelle case dei pazienti.

Per donare visita la pagina SOSTIENI L'AIL  o chiama direttamente in sede al seguente numero 099 4533289.   

 

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox