http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


L’impegno dell’Ail non conosce soste

E-mail Stampa PDF

eventL’infaticabile lavoro dell’Ail, sezione di Taranto, al fianco dei pazienti ematologici e delle loro famiglie prosegue, senza soste.

Prosegue l’impegno dei volontari all’interno del reparto di Ematologia dell’Ospedale Moscati di Taranto, e non si ferma neanche l’equipe multidisciplinare dell’associazione che offre supporto umano e professionale ai malati in cura presso le loro abitazioni. Gli assistiti sono centinaia, in tutta la provincia jonica. Come tante sono le famiglie che chiedono sostegno all’Ail, attraverso l’accesso alle residenze dell’associazione.

Accanto a queste azioni, che costituiscono il fulcro dell’impegno Ail, si muovono instancabilmente anche le altre attività. Decine e decine sono i volontari impegnati nell’organizzazione e nella realizzazione di eventi (anche il “semplice” presenziare nelle piazze cittadine, con il banchetto dell’associazione, fa parte di questi) per alimentare la raccolta fondi, sia per la ricerca che per le altre finalità. 

L’estate tarantina si è rivelata piuttosto intensa e feconda da questo punto di vista. Con manifestazioni di vario genere, si è coperto un arco di quasi tre mesi, tenendo alte, in ogni circostanza, le bandiere della solidarietà e dell’informazione. La prima è la linfa vitale che consente all’associazione di raggiungere traguardi sempre più importanti sul piano umano, su quello sociale e sul versante della ricerca scientifica. Senza quest’ultima molte delle patologie diagnosticate, non sarebbero curabili. Non lo erano solo qualche anno fa. 

Le donazioni raccolte attraverso gli eventi targati Ail servono a questo: rendere il cancro sempre meno temibile, fino a sconfiggerlo. Era l’auspicio del Professor Franco Mandelli e oggi continua ad essere lo scopo di medici e ricercatori. L’informazione gioca un ruolo essenziale, perché solo notizie correttamente riportate possono aiutare chi vive un momento difficile ad affrontarlo con maggiori strumenti.

L’Ail è attiva anche su questo fronte. A Taranto, a fine giugno, la sezione locale ha promosso un convegno sulle prospettive di cura a domicilio e sulle possibilità future della scienza. Tra i relatori, figure di spicco della medicina, come il Dottor Patrizio Mazza che dirige egregiamente il reparto di Ematologia del Moscati. 

Al Fusco, sempre a fine giugno, una serata di gala all’insegna della musica organizzata, come il convegno, per celebrare i 25 anni della sezione provinciale Ail, è servita a raccogliere fondi che saranno impiegati per i futuri progetti.

Durante l’estate non sono mancate raccolte importanti anche in provincia, come la cena buffet di beneficenza organizzata al Castello Muscettola di Leporano, a fine agosto, dalla professoressa Falcioni, presidente della Pro Loco di Leporano.

I contributi raccolti sono stati donati all’associazione. Nello stesso periodo, tra le altre iniziative, prezioso si è rivelato anche lo spettacolo Il teatrino delle meraviglie, per la regia di Antonio Minelli, a cura del Gruppo MuDI. Il ricavato della serata è stato devoluto all’Ail.

Pochi giorni fa l’associazione ha donato due televisori all’Ematologia del Moscati, al reparto Trapianti, per la precisione.

E, durante la stagione, non sono mancate le occasioni per incontrare i cittadini nelle località di mare, informarli, aprirgli la via della donazione, della solidarietà, che non può e non deve fermarsi mai. L’Ail ringrazia tutti i donatori, presenti e futuri. 

 

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox