http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


Dall’Ail un augurio speciale per il 2020

E-mail Stampa PDF

buonanno 01Aspettando il 2020 l’AIL prosegue, instancabilmente, la sua attività. Sempre al fianco dei pazienti ematologici, nel reparto dell’ospedale “S. Giuseppe Moscati” di Taranto, guidato dal dottor Patrizio Mazza e a domicilio. 

Curando non soltanto il corpo, ma anche la mente di chi affronta una malattia “complessa”. Anche le famiglie dei pazienti ricevono sostegno, soprattutto psicologico, da parte dell’AIL e, a breve (si spera nel minor tempo possibile), tra i servizi che la Sezione Provinciale è in grado di offrire (senza dimenticare il valore dell’accoglienza rappresentato da Casa AIL, rispetto a chi viene a curarsi a Taranto da altre regioni), anche l’applicazione del PICC a domicilio. Sui tempi non si possono ancora fare previsioni, ma i fondi raccolti negli ultimi dodici mesi e non solo, lasciano sperare che presto il progetto trovi realizzazione. 

Chi ci segue abitualmente sa di cosa parliamo; per tutti gli altri il PICC è un catetere venoso che viene inserito nel braccio e può restare in sede fino a sei mesi. Consente la somministrazione dei farmaci e delle terapie, senza danneggiare i vasi sanguigni. 

Anche questi strumenti migliorano la qualità della vita dei pazienti e come i nuovi percorsi di cura, i nuovi farmaci, anche questi dispositivi sono il frutto dell’attenzione e del lavoro che i ricercatori portano avanti ogni giorno. Nei laboratori presenti nelle diverse regioni d’Italia e in quelli con sede all’estero. Un lavoro meticoloso, complesso e di grandissima responsabilità, reso possibile anche dalle donazioni che l’AIL riceve. 

La Sezione Provinciale di Taranto ha raccolto dei grandi risultati nel corso del 2019; è cresciuto anche il numero delle persone che si sono avvicinate all’associazione, sostenendone, in vari modi, le attività. 

Il 2019 è quasi alle nostre spalle e l’AIL vuole indirizzare un ringraziamento speciale ai volontari e ai donatori, grazie ai quali i pazienti affrontano le patologie con maggiori strumenti, materiali e psicologici, con maggiore coraggio.

E, tornando alla ricerca, il 2019 segna un momento importante per l’ospedale Moscati, in particolare per il suo reparto di Ematologia. Sono infatti in corso le procedure per l’accreditamento della struttura, relativamente alla possibilità di somministrare le terapie di ultimissima generazione CAR-T. Un acronimo che sta Chimeric Antigen Receptor T. La frontiera più avanzata nella lotta contro alcuni tumori. L’Asl di Taranto spera che questa terapia possa approdare al Moscati nei primi mesi del nuovo anno. Ail se lo augura, per tutti quei pazienti per i quali la CAR-T dovesse risultare necessaria. Come si augura di vedere potenziate le strutture mediche e i servizi della sanità pubblica, in una città che ne ha evidentemente bisogno.

L’augurio più importante che la Sezione Provinciale vuole esprimere, attraverso queste righe, riguarda la possibilità, nel 2020, di vedere diminuire il numero delle persone colpite dalle patologie (con particolare riferimento a quelle oncologiche), al contempo di veder crescere quello dei pazienti che tornano a sorridere, dopo aver sconfitto la malattia. Tutto ciò è possibile. Grazie a voi. Alla vostra solidarietà, al contributo che vorrete offrire all’AIL.

Buon 2020 a tutti!

 

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox