http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


A Taranto distribuite oltre 5600 Stelle di Natale

E-mail Stampa PDF

IMG-20191202-WA0007L’AIL Sezione di Taranto apre il nuovo anno con l’auspicio di poter offrire, a breve, nuovi servizi ai pazienti del capoluogo jonico (provincia compresa), sostenendo come sempre la ricerca sulle patologie ematologiche.

Le donazioni sono state generose nel corso del 2019 e diverse sono state le occasioni nel corso delle quali i volontari AIL hanno incontrato i cittadini. Tanti di loro non conoscevano bene il lavoro dell’associazione, hanno potuto scoprirne le caratteristiche e soprattutto le finalità. Sull’onda dell’entusiasmo nato durante alcuni di questi incontri, il numero dei volontari è cresciuto. Importante è stata anche la risposta della città alle varie attività di raccolta fondi organizzate nei periodi dell’anno in cui normalmente si svolgono, cioè durante le feste e in concomitanza con eventi di carattere culturale. 

A proposito della campagna che puntualmente vede protagoniste le Stelle di Natale, i volontari AIL hanno distribuito a Taranto e nelle località della provincia oltre 5600 piante, 1000 slitte di cioccolato (nelle scuole) e una sessantina di scatole Venchi (i Sogni di cioccolato appositamente creati per AIL).

Un grande successo, dunque, per la raccolta fondi del 6, 7 e 8 dicembre scorsi.

Diversi gli stand allestiti nelle piazze principali del centro, come in quelle della provincia. Tanti i sorrisi e gli abbracci scambiati, in quella occasione, come nelle altre. Quelle fondamentali per imprimere un’accelerazione alla ricerca scientifica sulle malattie ematologiche e per garantire i servizi AIL. 

In primis l’assistenza domiciliare, resa possibile grazie ad una preparatissima equipe multidisciplinare che si prende cura del paziente e della sua famiglia. 

Grazie alle oltre 5600 Stelle di Natale distribuite nel primo fine settimana di dicembre e agli altri gadget, la Sezione locale dell’associazione potrà cominciare a realizzare alcuni dei progetti che ha già messo in cantiere nel corso del 2019.

Il nuovo anno dovrebbe essere il momento della realizzazione. In prospettiva c’è la possibilità per l’AIL di poter offrire ai pazienti che ne avessero bisogno, il servizio di inserimento a domicilio del PICC. Sono state pubblicate informazioni in merito anche sulla nostra pagina facebook. Il PICC è un catetere venoso che viene inserito nel braccio, per consentire ai medici la somministrazione di farmaci e terapie, senza danneggiare le vene del paziente. Può restare in sede fino a sei mesi, senza ostacolare i movimenti del braccio. Al momento occorre recarsi in ospedale per farselo applicare; quando il progetto AIL sarà finalmente realtà, i medici dell’associazione potranno inserire il PICC al braccio del paziente, a domicilio.

Un modo per contribuire al miglioramento della qualità della vita di chi è costretto ad affrontare un percorso, quello della diagnosi e poi della cura, piuttosto complesso. 

Inoltre, i fondi raccolti attraverso le Stelle verranno impiegati anche in altri modi. La formazione dei volontari è fondamentale; le oltre 5600 Stelle distribuite aiuteranno l’associazione anche in questo senso, senza considerare i piccoli/grandi strumenti che l’AIL acquista e dona al reparto di Ematologia dell’ospedale San Giuseppe Moscati, di Taranto. Infine, da sottolineare anche l’intenso lavoro svolto dalla sezione locale AIL per garantire, attraverso Casa AIL, ospitalità a chi arriva in città per curarsi, da altre località, altre regioni. Grazie a tutti i donatori! #maipiùsognispezzati Continuate a sostenere l’AIL!

 

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox