http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


Il Coronavirus non deve fermare le donazioni di sangue

E-mail Stampa PDF

donareDonare il sangue non è pericoloso, non espone al rischio di contrarre l’infezione da Covid-19. Donare il sangue è necessario. Ora più che mai. L’appello arriva dalle strutture sanitarie, dalle Regioni, e dal presidente dell’AVIS Gianpietro Briola. 

Il virus ha fermato moltissime attività e ha costretto tutti noi a modificare le nostre abitudini, almeno per qualche settimana, ma non può e non deve fermare la solidarietà. 

In un momento come questo, dove i medici e tutto il personale della sanità pubblica (sostenuta anche da quella privata) stanno compiendo uno sforzo straordinario per assicurare le cure a tutti, contagiati Covid-19 e persone con altre patologie, c’è bisogno che i donatori di sangue non allentino il proprio impegno. L’invito compare anche sul sito dell’Asl di Taranto ed è rivolto naturalmente a coloro i quali sono in buono stato di salute. Nel capoluogo jonico, fino a Pasqua, ai donatori sarà effettuato un check-up gratuito. 

L’appello a donare il sangue non è una contraddizione rispetto alle misure di contenimento prese dal Governo ed entrate in vigore, in tutta Italia, lo scorso 10 marzo. Non ci sono evidenze scientifiche circa la trasmissione del virus per via ematica. Lo stesso accade per l’influenza stagionale. Si può dunque donare, in tutta sicurezza, presso i Centri Trasfusionali e le Unità di Raccolta. 

E, poiché è importante evitare gli assembramenti e rispettare le distanze di sicurezza nei rapporti sociali, per non venir meno a questa responsabilità, si può chiamare il Centro trasfusionale e fissare un appuntamento per la donazione.

Il Centro Nazionale Sangue aveva deciso di fermare le donazioni per 28 giorni, per coloro i quali erano stati in Cina o attraversato le aree italiane focolaio del Covid-19, dopo il primo febbraio scorso. Misure che sono state modificate. Allo stato attuale, precauzionalmente non dona il sangue chi è rientrato dalla Cina; chi è transitato nei comuni lombardi e veneti interessati per primi dall’emergenza Coronavirus, dal primo febbraio in poi; chi ha avuto contatti a rischio con persone positive al Covid-19; chiunque abbia manifestato sintomi sospetti. Tutte queste persone devono osservare, dopo aver contattato le autorità sanitarie, un periodo di isolamento di almeno 14 giorni. 

Tutti gli altri possono continuare a donare, esprimendo vicinanza e solidarietà nei confronti dei pazienti che necessitano di trasfusioni di sangue. Per informazioni più precise a riguardo, consultare il sito dell’Asl di Taranto https://www.sanita.puglia.it/web/asl-taranto.

L’AIL si unisce all’appello dell’Azienda Sanitaria locale e prosegue, pur con le difficoltà dovute al momento di emergenza che il Paese sta attraversando, la sua instancabile attività al fianco dei pazienti ematologici e delle loro famiglie. Restiamo a casa, ma non fermiamo la solidarietà. 

 

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox