http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


Ematologi e pazienti, arriva la comunicazione digitale. Per un’assistenza h24

E-mail Stampa PDF

Digital-Health AIL

Nasce il primo sistema di assistenza digitale dedicato ai pazienti ematologici. Una multipiattaforma sanitaria concepita con l’obiettivo di mettere in comunicazione i malati e i pazienti.

Questi ultimi potranno dialogare con i propri riferimenti sanitari, informandoli, in tempo reale, sulla propria condizione di salute. I medici quindi, raccolte le informazioni, saranno in grado di modificare eventualmente le terapie, di renderle sempre più personalizzate. 

Si chiama Gimema-Alliance ed è una novità in ambito ematologico; in realtà si tratta dei “non primissimi” passi della medicina verso un approccio innovativo, che sposa le nuove tecnologie, per andare incontro alle esigenze del paziente, con azioni più efficaci e soprattutto tempestive. 

Applicazioni come questa avvicinano i due mondi, paziente e medico, qualche volta distanti a causa delle carenze organizzativa del sistema sanitario territoriale. 

In questi giorni le cronache riportano storie segnate dalla difficoltà (che si trasforma a volte in impossibilità), della medicina territoriale di affrontare, con strumenti adeguati, l’emergenza Covid e le altre situazioni critiche esacerbate dalla diffusione del contagio da Coronavirus. 

Mezzi tecnologici come la piattaforma Gimema-Alliance possono fare davvero tanto, per accorciare le distanze tra medico e paziente. 

Il sistema studiato, in questo caso ad hoc, per i malati ematologici è costituito da due differenti piattaforme in comunicazione tra loro, una per i medici e l’altra per i pazienti. 

Il dialogo digitale si attiva attraverso la registrazione del paziente, effettuata dall’ematologo, nell’app. Ciascun iscritto riceve le credenziali d’accesso, proprio come succede quando si crea un account su un social network. 

Il successivo step è la raccolta delle informazioni sullo stato di salute degli iscritti. Il medico riceve delle notifiche ogni volta che il paziente inserisce una nuova informazione. L’ematologo vede quindi in diretta tutti i contenuti inseriti dal paziente: eventuali cambiamenti dello stato di salute, comparsa di sintomi, effetti collaterali, domande sul rischio di entrare in contatto con il Covid e altro ancora. 

Si tratta quindi di un metodo efficace per monitorare l’andamento delle patologie, anche perché attivo ventiquattr’ore su ventiquattro. 

Ricordiamo che l’AIL sostiene la ricerca proprio attraverso il Gruppo Italiano Malattie Ematologiche dell’Adulto (GIMEMA).

La fondazione scientifica raccoglie 140 Centri di Ematologia italiani attorno all’obiettivo fondamentale della ricerca. Anche strumenti digitali come questo ed altri sistemi analoghi sono indispensabili alla prosecuzione delle attività in tal senso, poiché forniscono ai ricercatori dati statistici rilevanti. Sosteniamo l’AIL e sosterremo un futuro migliore, con maggiori possibilità di guarigione per chi si ammala. 

 

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox