http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


Campagna AIL #iosonoarischio e Vaccini Covid a Taranto

E-mail Stampa PDF

AIL NumeroVerdeAilPerVaccini

 

Prosegue la campagna vaccinale anti Covid avviata il 31 dicembre 2020, su tutto il territorio nazionale. Al momento le persone vaccinate, cioè quelle che hanno ricevuto la prima e la seconda dose di vaccino, sono 1.308.947.

Il totale delle somministrazioni corrisponde a 3.208.254. (Fonte Ministero Salute; aggiornamento del 18 febbraio 2021)

In questa fase, i sanitari stanno provvedendo a vaccinare gli ultraottantenni. Sul portale della Regione Puglia Vaccino anti-Covid: prenotazioni per le persone dagli 80 anni in su - Salute, sport e buona vita - Regione Puglia e sul sito dell’Asl di Taranto Vaccinazione anti Covid per over 80 – Modalità di prenotazione (sanita.puglia.it) sono disponibili tutte le informazioni a riguardo. 

L’Azienda Sanitaria Locale informa che i cittadini di età uguale o superiore agli 80 anni (con data di nascita precedente al 31-12-1941), possono già prenotare il vaccino anti Covid-19.

Le prime somministrazioni sono fissate al 22 febbraio 2021. Per prenotarsi occorre essere in possesso del codice fiscale. Le modalità di accesso sono diverse: si può scegliere di contattare il call center, al numero verde per la rete fissa, oppure ci si può rivolgere alle farmacie e alle parafarmacie convenzionate. In alternativa, sono disponibili il portale regionale della salute e l’app Puglia salute. Gli utenti che intendono richiedere la vaccinazione domiciliare, devono contattare il call center. 

A Taranto il principale (ma non l’unico) punto di somministrazione è l’ospedale San Giuseppe Moscati. Quanto ai pazienti onco-ematologici, dovrebbero essere i prossimi destinatari del vaccino, almeno stando ai piani di alcune regioni.

La Toscana, seguendo quanto indicato dal Ministero della Salute, dall’Istituto Superiore di Sanità, dall’Agenas e dall’Aifa ha già annunciato che il prossimo step della campagna vaccinale dovrebbe riguardare le persone fragili, perché già pazienti oncologici o affetti da una malattia del sangue. 

E mentre l’assessore regionale alla Sanità pugliese, Pier Luigi Lopalco, invita alla massima attenzione, ad un rafforzamento delle misure di contenimento del virus, del quale anche in Puglia è presente, tra le altre, la variante inglese (con una percentuale del 38,6% sui tamponi analizzati il 12 febbraio scorso), prosegue il lavoro dei volontari dell’AIL di Taranto.

Il loro obiettivo, in questo momento, è proprio la tutela, attraverso l’assistenza domiciliare, dei pazienti ematologici, quindi più esposti al rischio di sviluppare le complicanze legate alla Covid, se infettati. 

L’AIL rinnova ai cittadini l’appello a rispettare le norme anti Covid e a sostenere chi lotta contro un tumore del sangue. Oggi queste persone hanno ancora più bisogno di noi.

Molti pazienti hanno paura di recarsi in ospedale per gli esami diagnostici e per le terapie. Le statistiche tracciano un quadro assai sconfortante: 2 malati su 10 hanno abbandonato le terapie, per paura di contrarre il coronavirus; sono 30 mila le diagnosi in meno rispetto al 2019; inoltre, si è verificato un calo del 30% delle visite specialistiche, mentre le richieste di esami sono scese del 22%.

Ma le malattie restano e devono essere curate tempestivamente. Dal 12 al 22 febbraio sosteniamo l’AIL, donando da rete fissa e cellulare al 45582. Insieme possiamo salvare molte vite.

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox