http://farmacia-senzaricetta.com/
CPanel

AIL sezione di Taranto

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size


Esistono delle date per le vaccinazioni dei più fragili?

E-mail Stampa PDF

ABFO Vaccine

La campagna vaccinale procede a rilento e sono molte le persone affette da patologie “importanti”, come quelle onco-ematologiche, e da malattie croniche che si domandano quando arriverà, anche per loro, il momento di vaccinarsi contro l’infezione da Covid-19. 

Purtroppo, l’AIL attualmente non è in grado di fornire indicazioni sul calendario delle vaccinazioni, almeno per quel che riguarda la provincia di Taranto. Semplicemente perché le date non sono state rese note. Lo scorso 22 febbraio l’Asl ha dato il via alle vaccinazioni degli ultraottantenni. Contestualmente sta ricevendo il vaccino anche il personale scolastico, così come previsto dalla Regione Puglia. 

Per quel che riguarda i soggetti fragili, esiste un aggiornamento del piano vaccinale nazionale che prevede di dare loro la priorità, nella somministrazione del farmaco, in questa seconda fase della campagna. Si tratta di sei categorie, individuate sulla base delle patologie di riferimento, tra le quali anche le malattie cardiovascolari e quelle oncologiche. Sei categorie riconducibili ad una sola: l’insieme cioè dei soggetti maggiormente esposti, per via delle loro condizioni di salute, al rischio di sviluppare le complicanze in caso di contagio da Covid

Bisogna considerare che, a causa di diversi fattori, ci sono ancora degli ultranovantenni in attesa di vaccino. Un dato che fa molto discutere è la somministrazione del farmaco anti Covid ad alcune categorie professionali, a prescindere dall’età e dalle condizioni di salute. Le proteste, più che legittime, non mancano. L’Unione Europea sta cercando delle soluzioni che favoriscano un’accelerazione della campagna in ciascuno dei Paesi membri. 

L’AIL si augura che il Ministero, le Regioni e le singole ASL siano quanto prima in grado di fornire delle date certe almeno alle persone più fragili: chi segue un ciclo di chemioterapia, chi ha subito un trapianto, chiunque abbia un’immunodepressione.

Intanto i volontari portano avanti, seppure tra mille difficoltà, il proprio impegno accanto ai pazienti ematologici. In questa fase sono pronti ad accogliere anche i loro timori, i dubbi generati dall’incertezza della situazione.

Siamo quasi a Pasqua e ordinare un uovo di cioccolato è un modo semplice per sostenere le attività della Sezione AIL di Taranto. Le uova arrivano, come già le stelle di Natale, direttamente a casa, sempre grazie ai volontari. Poiché per l’AIL la trasparenza è importante, sulla pagina Facebook dell’associazione e su questo blog, una bella grafica colorata spiega come sia impiegato il contributo offerto in cambio di un uovo di Pasqua solidale.

Dei 12 euro che occorrono per avere a casa il simbolo della Pasqua e della vicinanza ai malati ematologici, 4 euro corrispondono ai costi di acquisto, per l’associazione, dell’uovo e del materiale pubblicitario, mentre 8 euro vanno direttamente ad alimentare la ricerca scientifica, le attività di assistenza ai pazienti e alle famiglie, il supporto al reparto di ematologia e le campagne informative. Che ne dite? 

Con 12 euro si può restituire il sorriso a tante persone. Per info e prenotazioni chiamare i seguenti numeri 099.4533289; 3429924948 oppure scrivere un’e-mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. .

Grazie!  

 

 

Diventa donatore

Orario sede

Lunedì

09.00 - 13.00

Martedì

09.00 - 13.00

Mercoledì

09.00 - 13.00

Giovedì

09.00 - 13.00

Venerdì

09.00 - 13.00

Facebook FanBox