La scuola solidale AIL

La scuola riparte. Quest’anno niente DAD, o almeno è quel che genitori e studenti sperano. Dalle istituzioni arriva qualche certezza, ma a determinare il destino dell’istruzione saranno i comportamenti individuali e collettivi. I ragazzi hanno bisogno di tornare in aula, di incontrare fisicamente i docenti e di condividere parte della giornata con i loro coetanei. La sezione provinciale AIL di Taranto si augura che le aspettative degli studenti e delle loro famiglie non vengano tradite, si augura quindi che le istituzioni siano in grado di mantenere le promesse fatte, restituendo la scuola agli alunni e viceversa.

Che si torni a studiare in presenza o a distanza o, ancora, in modalità mista, si può attraverso la sezione AIL shop, sul sito dell’Associazione, contribuire a dare una mano a chi affronta una malattia ematologica, attraverso gli oggetti che normalmente popolano le aule scolastiche.

Dal 1° settembre è nuovamente possibile ricevere a casa i Kit per la scuola targati AIL. Oggetti belli e solidali. Sacche, blocchi note, matite colorate, penne, evidenziatori, taccuini, quaderni e tutto quel che può servire per prendere appunti, contenere, trasportare, disegnare può anche essere veicolo di solidarietà. Ecco che le sacche, come gli altri oggetti creati appositamente per il tempo dello studio, ma anche per quello del relax, divengono strumenti attraverso i quali sostenere le attività dell’AIL e alimentare la ricerca scientifica.

Con un piccolo contributo (grande se si pensa alla sua destinazione), si riesce ad essere indirettamente accanto a uno o più pazienti ematologici, si sostiene l’impegno di uno o più volontari AIL. Persone, queste ultime, di grande generosità. Dedicano parte del loro tempo nel cercare di rendere migliore la qualità della vita dei pazienti ematologici. E i risultati sono sempre ottimi. Il paziente riceve, attraverso il sostegno dell’AIL, un’iniezione di fiducia. Non solo, riceve assistenza medica e psicologica, così come la sua famiglia. La sezione AIL di Taranto porta avanti da più di due decenni l’attività di assistenza domiciliare rivolta ai malati ematologici, e lo fa anche grazie a questo genere di contributi: le bomboniere AIL (ordinabili attraverso i contatti indicati su questo sito, nella pagina dedicata) e gli articoli per la scuola, dei quali il sito nazionale offre un’ampia vetrina.

Con un kit scuola completo si contribuisce a sostenere la lotta contro i tumori del sangue. In cambio di una donazione si può ricevere una comoda sacca in cotone bianco, con fondo e tracolla rossi, un blocco con 10 disegni da colorare e 40 fogli bianchi + 12 matite colorate e un kit con 4 evidenziatori colorati. Se andiamo oltre gli oggetti materiali, quel che si riceve è molto di più: è la certezza di aver aiutato qualcuno nel lungo percorso verso la guarigione, di aver inoltre finanziato la ricerca scientifica.

Allora, torniamo a scuola e impariamo quanto sia bello sostenere chi ha bisogno del nostro aiuto!

CONDIVIDI: