Le Stelle di Natale nutrono la ricerca e le speranze dei pazienti ematologici

L’amore e la solidarietà si riconoscono, nella loro autenticità, per una caratteristica peculiare: non chiedono niente in cambio, ma ricevono comunque tutto il bene del mondo. Significa che abbiamo dentro di noi le risorse per aiutare gli altri e per stare bene con noi stessi. Dobbiamo soltanto tirarle fuori.

Sembra difficile, ma non lo è affatto. L’attività più che ventennale dell’AIL di Taranto lo dimostra.

Siamo ormai nel periodo natalizio e benché non si possa dire purtroppo di essere in tempo di pace, si può fare qualcosa per regalare speranze concrete e sorrisi. Nonostante i problemi economici, le tensioni politiche e tutto quel che contrasta lo spirito del Natale, attraverso l’AIL si può recuperare il significato più autentico di questa festività. Chi non crede può invece cogliere comunque l’occasione per mettere alla prova la propria generosità. 

Un sentimento che in realtà non avrebbe bisogno di prove. È la sua spontaneità che sorprende e regala bellezza. A chi esercita quella generosità e a chi la riceve.

Perché non donare (e quindi ricevere in cambio un altro tipo di dono) una Stella di Natale AIL?

Mentre tutti i costi sono lievitati, il contributo per le piante della solidarietà è rimasto invariato: dodici euro per un orizzonte migliore per tanti pazienti.

Le piante colorate sono di nuovo in tutte le piazze d’Italia, aiutano la ricerca scientifica e la cura dei pazienti affetti da leucemie, linfomi e mielomi. Le malattie ematologiche sono tante, alcune davvero molto temibili, ma i volontari Ail e i donatori sono ancora più forti. 

Sono pronti anche quest’anno a sostenere la ricerca scientifica, perché nel presente e nel futuro le cure per queste patologie possano essere sempre più efficaci. I donatori abituali oppure occasionali, con i volontari non vedono l’ora di poter, in cambio di una Stella di Natale AIL, sapere di aver contribuito ad assistere un paziente in ospedale o a domicilio. Contribuito a dargli forza e fiducia; anche le malattie più aggressive si possono combattere e vincere se non si è soli. 

Le date della solidarietà, cioè le giornate nelle quali è possibile raggiungere una delle principali piazze tarantine (ma anche della provincia) e assicurarsi una Stella di Natale Ail sono l’8, il 9, il 10 e l’11 dicembre 2022.

Un fine settimana speciale, in cui oltre a portare a casa una bellissima Stella, potrai essere tu stessa o tu stesso una buona stella. La buona stella per qualcuno che in questo momento combatte una malattia ematologica. 

Può trattarsi di un paziente che non conosce ancora la grande famiglia dell’AIL o di una persona che riceve già assistenza domiciliare, grazie all’impegno dell’equipe multidisciplinare dell’Associazione – Sezione di Taranto. Un impegno che si snoda attraverso almeno due decenni. 

Non dimenticare mai che nessuno è un’isola. Insieme si può costruire un mondo dove la malattia è perdente. Un mondo fatto di cure sempre più personalizzate, con effetti collaterali minimi. Insieme, anche solo grazie a una pianta che ha bisogno di luce per vivere, si può restituire quella stessa luce a chi ha perso la speranza. Per sapere dove recuperare le Stelle e incontrare le volontarie e i volontari

Ail basta contattare il numero di telefono 099 4533289 oppure il 3286423590. In queste ore, dovrebbe in ogni caso essere consultabile, sul nostro sito, l’elenco dei punti di incontro con i banchetti Ail e le Stelle, a Taranto.

Grazie sin d’ora a tutti!

CONDIVIDI:

Leave A Reply