Settembre, mese dedicato ai tumori ematologici

Settembre è il mese dedicato alla sensibilizzazione sulle malattie ematologiche. Un’attenzione particolare viene riservata, quest’anno, alle patologie croniche. Tumori del sangue diversi tra loro, come lo sono tutti i tumori, ciascuno con le proprie caratteristiche e i propri protocolli di cura, tra l’altro in continua evoluzione, grazie alla ricerca scientifica.

Per informare i pazienti, i loro familiari e chiunque desideri avvicinarsi al tema in maniera corretta, l’AIL ha preparato podcast, interviste a ematologi, psicologi e specialisti del diritto, grafici, testimonianze e statistiche. Strumenti utili a comprendere anche la complessità dell’impegno dell’associazione, dei suoi volontari e quindi delle sue sezioni provinciali, presenti in ogni regione d’Italia.

La Sezione di Taranto è guidata dalla presidente Patrizia Casarotti, è attiva su tutto il territorio della provincia da ben oltre 25 anni. Il suo fiore all’occhiello è l’equipe multidisciplinare che assiste i pazienti a domicilio, formata da figure professionali diverse, impegnate ogni giorno sul campo. Centinaia i pazienti e i loro familiari assistiti a casa, ogni anno, senza che il servizio, assolutamente gratuito, abbia mai subito interruzioni. Anche durante la prima fase della pandemia e, naturalmente, in seguito, i volontari hanno continuato ad assistere i pazienti nelle loro case, nonostante i rischi e le enormi difficoltà che la circolazione elevata del virus poneva.

Molte delle persone assistite soffrono di una forma cronica di tumore del sangue, e per loro il sostegno medico e psicologico richiede tempi più lunghi. Dietro tale attività, oltre alla professionalità, anche e soprattutto il calore e la solidarietà dei volontari nei confronti dei loro assistiti. L’approccio empatico è importante quanto le cure farmacologiche.

L’AIL ha deciso di attraversare il mese dedicato ai tumori ematologici, soffermandosi (rispetto alle campagne informative) in particolare su tre specifiche patologie: la leucemia mieloide cronica, la linfatica cronica e il mieloma multiplo.

I contenuti sono a disposizione di chiunque volesse informarsi sull’argomento e sono fruibili sul sito nazionale AIL. Il numero verde dell’associazione (800.22.65.24), per l’assistenza e l’informazione continue, prosegue intanto la sua attività. Chi lo desideri, può anche scrivere, sempre attraverso il sito, al professor Amadori, presidente nazionale AIL. Per entrare in contatto, invece, con la sede di Taranto il numero da chiamare è il seguente: 099.4533289.  

CONDIVIDI: