Una buona stella per ogni tarantino

L’AIL rinnova il tradizionale appuntamento con le Stelle di Natale. A meno di un mese dalla ricorrenza più attesa dell’anno, l’Associazione Italiana contro le leucemie, i linfomi e i mielomi rivolge a tutti un invito alla solidarietà. Lo fa, come di consueto, ricorrendo alle piante che ormai rappresentano i valori dell’Associazione. Simboli di partecipazione, di vicinanza espressa nei confronti di chi attraversa un momento difficile, ma anche veicolo di informazione sulle malattie ematologiche.

Si torna nelle piazze italiane, o almeno il proposito è questo. Ci si augura che i contagi non salgano al punto da suggerire modalità diverse per l’incontro tra cittadini e Ail. In ogni caso l’Associazione non si ferma.

Il contributo minimo per ricevere la stella di Natale è di 12 euro. Un piccolo gesto per grandi propositi, per obiettivi importanti, come l’assistenza offerta ai pazienti onco-ematologici e la ricerca scientifica.

Finanziare la ricerca significa avere ben chiari i progressi fatti dalla scienza negli ultimi anni, in ogni ambito. Se diverse malattie del sangue sono oggi curabili lo si deve all’impegno dei ricercatori e alla volontà dei donatori, alla loro lungimiranza. Se la qualità della vita di ogni paziente è migliorata lo si deve anche all’assistenza offerta dai volontari Ail. Non dimentichiamolo mai! Soprattutto in questa fase storica attraversata da dubbi e paure.

La scienza è il nostro faro e l’opera dei volontari è un mare fatto di generosità, un mare che rende la ‘navigazione’ dei pazienti e delle loro famiglie decisamente più sopportabile. Una navigazione che porta spesso alla remissione completa della malattia, che si tratti di leucemia o di altre patologie ugualmente ‘impegnative’.

La Sezione AIL di Taranto ha pubblicato sulla sua pagina Facebook le immagini delle Stelle di Natale destinate ai donatori tarantini. Tante piante, tanti buoni propositi che si trasformano in azioni concrete. Ogni petalo, giallo o rosso, rappresenta un momento dedicato a un paziente, rappresenta la forza e il coraggio con cui si affronta una patologia, tutti insieme: pazienti, famiglie e volontari.

L’AIL è una grande famiglia, a Taranto l’Associazione sa di poter contare su tantissimi donatori e su un numero di volontari che cresce sempre di più. È terminato, nei giorni scorsi, il primo corso di formazione per volontari Ail della provincia di Taranto.

Persone che avranno tutti gli strumenti per assistere i pazienti, nel percorso verso la guarigione. Iniziative come questa sono possibili proprio grazie al contributo costante dei donatori del territorio jonico. L’Ail non vede l’ora di incontrare i donatori e di accoglierli in sede. Le Stelle renderanno ancora più ricco il Natale di ciascuno di noi. Un pensiero rivolto agli altri fa bene a chi lo riceve e a chi lo dona. Ricordate di assicurarvi la vostra Stella di Natale. Per informazioni sulle Stelle Ail si può telefonare in sede, allo 099 4533289. Ulteriori dettagli con i prossimi aggiornamenti.

CONDIVIDI: