Consigli per le vacanze estive

Si va in vacanza, o per lo meno si spera di poterlo fare con maggiore tranquillità rispetto allo scorso anno. Le precauzioni anti Covid non vanno mai abbandonate; dobbiamo continuare a proteggerci dal pericolo delle varianti del virus Sars-CoV-2. I pazienti ematologici devono vaccinarsi esattamente come il resto della popolazione e viaggiare, ove possibile, evitando i luoghi non troppo sicuri, quelli affollati, per intenderci, così come gli esercizi pubblici che non adottano le misure di sicurezza.

L’estate in corso può essere il momento ideale per rendere più forte il sistema immunitario, quindi più efficiente in caso di contatto con il virus. La Società Italiana di Endocrinologia (SIE) ha tenuto a Roma, tra il 14 e il 17 luglio, il 41esimo Congresso nazionale. È stata l’occasione per informare i cittadini sul ruolo che alcuni ormoni svolgono nel periodo estivo. Al centro degli interventi la funzione della vitamina D in senso preventivo e non solo.

Esporsi al sole almeno mezz’ora al giorno, ovviamente usando una crema solare adatta alla propria pelle, è sufficiente all’organismo per sintetizzare la vitamina D, un vero e proprio ormone indispensabile per il corretto funzionamento del sistema immunitario.

Un altro prezioso consiglio offerto dalla SIE riguarda il sonno. Dormire 8 ore per notte è importante per i livelli di melatonina, sulla quale fioriscono gli studi che la mettono in relazione con la Covid. Adeguati livelli di melatonina aiuterebbero a combattere la malattia causata dal nuovo coronavirus. Gli altri suggerimenti riguardano la necessità di concedersi tempi di relax durante la giornata, per abbassare il cortisolo, l’ormone dello stress. Altrettanto importante è dedicare del tempo all’attività fisica (anche solo mezz’ora al giorno può essere sufficiente). Muoversi significa produrre miochine, che aiutano il metabolismo e spengono le infiammazioni. Gli integratori possono essere utili, se attraverso le analisi di laboratorio si sono accertate carenze di sali minerali o altri elementi.

In ogni caso, i pazienti ematologici devono attenersi alle indicazioni fornite dal medico o dall’equipe di medici presso i quali sono in cura. Se si stanno seguendo determinate terapie l’esposizione al sole potrebbe essere controindicata. Per questa e per altre ragioni, è sempre bene, prima di prendere qualsiasi iniziativa, rivolgersi allo specialista.

Essere informati è importante, ma forse non è così semplice essere informati correttamente. L’AIL Sezione di Taranto cerca di essere accanto ai pazienti ematologici anche attraverso un’informazione puntuale e trasparente. La chiarezza, quando si tratta di salute, è tutto.

Sostenere l’associazione significa aiutare i volontari AIL ad assistere i pazienti ematologici, dal punto di vista medico e psicologico, e vuol dire anche consentire agli stessi volontari di offrire a chi attraversa un momento difficile informazioni e spunti di riflessione. Spesso non è facile reperire informazioni corrette sulle malattie, così come sulle attività di prevenzione delle stesse, sulle cure attualmente disponibili. Sosteniamo l’AIL, faremo in modo che i pazienti e le loro famiglie siano sempre seguiti, su piani differenti.

Le donazioni all’Associazione di Taranto possono essere effettuate anche attraverso la scelta di bomboniere solidali. Tanti oggetti per quante sono le occasioni da celebrare. Le bomboniere rappresentano il sostegno alla vita. Piccoli contributi, grandi gesti. È possibile aiutare i pazienti ad avere una migliore qualità della vita semplicemente scegliendo le bomboniere della solidarietà. Visita il nostro sito e scegli di essere al fianco di un paziente ematologico, con AIL.